Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 24 Novembre 2017 - Aggiornato alle 9:52 - Lettori online 816
MODICA - 04/09/2017
Cronache - Sotto scacco le contrade Crocevie e Quartarella

I ladri nelle campagne arrivano di notte

Recuperata parte della refurtiva Foto Corrierediragusa.it

Sono aumentate le segnalazioni di furti o tentativi di furto nelle zone rurali, con particolare riferimento a contrada Crocevie. Pare che i malviventi, muniti di torce, preferiscano agire nelle ore serali o di notte, arrivando direttamente dai campi limitrofi per forzare porte o infissi ed introdursi nelle abitazioni. In una mezza dozzina di casi, i residenti si sono accorti per tempo dei movimenti sospetti, chiamando le forze dell’ordine e mettendo in fuga i malintenzionati. E intanto prosegue l’attività di prevenzione e repressione dei reati predatori nel territorio modicano da parte della polizia, disposta dal questore Salvatore La Rosa. Nel fine settimana si è svolto un nuovo controllo straordinario del territorio. Otto pattuglie della polizia hanno passato al setaccio diverse contrade modicane, tra cui quelle recentemente oggetto di furto, e monitorato le arterie stradali di accesso a Modica con posti di controllo, soprattutto in orario serale e notturno.

Nel corso delle attività sono state eseguite 8 perquisizioni personali finalizzate a prevenire e reprimere i reati predatori e l’uso di sostanze stupefacenti. L’esito complessivo dei controlli effettuati è stato di 136 persone identificate, 77 autovetture controllate, diverse contravvenzioni elevate per infrazioni al codice della strada con sequestro di un autoveicolo. Verificati infine 18 soggetti sottoposti a misure di sicurezza e a misure di prevenzione.

Nella mattinata di sabato i controlli del territorio hanno portato al rinvenimento, in contrada Aguglie, di refurtiva che era stata nascosta dai ladri dietro ad un muretto, celata tra le sterpaglie, per essere successivamente portata via. Gli oggetti rinvenuti sono già stati riconosciuti dal legittimo proprietario, al quale sono dunque stati restituiti.