Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 21 Novembre 2017 - Aggiornato alle 22:45 - Lettori online 493
MODICA - 19/08/2017
Cronache - Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio

Arrestati a Modica 2 potenziali ladri ricercati

Entrambi con pene residue pendenti Foto Corrierediragusa.it

La polizia ha arrestato due potenziali «topi di appartamento»: si tratta degli albanesi Klodjan Stinga, 34 anni, e Julian Osmani, di 35, entrambi nullafacenti e con numerosi precedenti penali in materia di stupefacenti. I due, dopo aver girato per molti anni in tanti comuni dell’Italia, avevano deciso di fermarsi in territorio ibleo con il chiaro intento di commettere reati. Nella serata di venerdì i 2 albanesi sono stati fermati dalla polizia nel corso di un servizio di controllo del territorio effettuato in una zona di recente oggetto di furti in abitazione, ovvero contrada San Filippo, dove insiste la chiesa della Santissima Trinità. I 2 albanesi erano in possesso di arnesi atti allo scasso, mentre uno dei due deteneva anche una dose di cocaina.

Dall´archivio della polizia è saltato fuori che a carico di Stinga risultava pendente un provvedimento di espiazione pena, con ordine di carcerazione emesso dalla procura di Bologna, per scontare un periodo residuale di pene scaturite da varie condanne, ammontanti complessivamente ad anni 3, mesi 8 e giorni 25 di reclusione, oltre alla multa di 35 mila euro. Osmani invece doveva scontare la pena residua di mesi 3 e giorni 25, poiché lo stesso era illegittimamente rientrato in Italia prima del periodo stabilito dalla legge. Alla luce di tutto ciò, i 2 albanesi erano dunque ricercati in ambito nazionale.