Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 14 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 23:45 - Lettori online 852
MODICA - 28/07/2017
Cronache - Un marocchino nel mirino dei militari dell’arma

Blitz antidroga dei carabinieri, arrestato 34enne

L’uomo era da qualche tempo tenuto sotto controllo Foto Corrierediragusa.it

Arrestato dai carabinieri il 34enne marocchino Aziz Hacham, già noto per vari reati, residente a Modica, sorpreso con diversi grammi di hashish, suddiviso in dosi e con vari materiali per il taglio ed il confezionamento della sostanza. Lo straniero, infatti, era attenzionato già da alcuni giorni dai militari dell’Arma poiché nell’ultimo periodo aveva tenuto dei comportamenti e di movimenti sospetti, soprattutto nei pressi della sua abitazione. Giovedì sera i Carabinieri hanno fatto scattare il blitz e, dopo averlo individuato mentre passeggiava in una via vicino casa sua, lo hanno bloccato e, successivamente, hanno fatto irruzione nella sua abitazione. Dopo una attenta perquisizione personale e domiciliare, gli uomini dell’Arma hanno scovato un involucro di plastica, ben nascosto in un mobile della camera del 34enne, contenente 21 stecchette di hashish per un peso complessivo di oltre 50 grammi, già confezionate e pronte per lo spaccio, nonché diversi materiale per il taglio ed il confezionamento della sostanza stupefacente.

Lo straniero, a questo punto, è stato condotto in caserma e dichiarato in stato di arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e, al termine delle formalità di rito, su disposizione del Sostituto Procuratore di turno, è stato rinchiuso nel carcere di Ragusa. Intanto, i Carabinieri hanno sequestrato tutta la sostanza stupefacente (foto) che sarà successivamente inviata al laboratorio di analisi dell’Asp di Ragusa per i risultati qualitativi e quantitativi al fine di stabilirne con precisione le dosi ed i guadagni che si sarebbero potuti ricavare dall’attività di spaccio.