Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 21 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 11:15 - Lettori online 863
MODICA - 21/07/2017
Cronache - Sulla vicenda interviene il sindaco Roberto Ammatuna

Pozzallo e Modica pregano per i 2 preti rapiti

Martedì 25 luglio, alle 20, nel Santuario della Madonna delle Grazie Foto Corrierediragusa.it

Il rapimento di due sacerdoti nella Repubblica Democratica del Congo, nella diocesi di Butembo-Beni, gemellata con la diocesi di Noto, ha destato scalpore e preoccupazione anche negli Iblei, in particolare a Modica e Pozzallo. Le parrocchie congolesi di Magheria e Kanyabaionga sono difatti gemellate con le parrocchie della cittadina marinara di San Paolo Apostolo e San Giovanni Battista. I due sacerdoti cattolici, il parroco don Charlee Borromee Kipasa e il suo vice Jean-Pierre Akilimali (da sx nella foto), sono stati presi in ostaggio dopo aver assistito alla devastazione e depredazione della loro chiesa. Nulla si conosce della loro sorte. Il sindaco Roberto Ammatuna, informato da don Salvatore Cerruto del grave episodio, ha espresso il proprio disappunto, auspicando una soluzione benevola della vicenda. «Non è tollerabile - dice Ammatuna - che due sacerdoti, impegnati quotidianamente nel proprio ministero a favore della popolazione della diocesi di Butembo Beni, vengano privati così violentemente della libertà personale. Voglio essere fiducioso e spero - conclude il sindaco - in una soluzione positiva in tempi brevi».

Intanto il vicario foraneo Don Umberto Bonincontro rende noto che una veglia di preghiera si terrà martedì 25 luglio, alle 20, nel Santuario della Madonna delle Grazie a Modica.