Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 22 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 21:38 - Lettori online 726
MODICA - 13/03/2017
Cronache - Un fenomeno che non conosce tregua

Nuova ondata di furti a Marina di Modica

Nonostante il rafforzamento dei controlli delle forze dell’ordine Foto Corrierediragusa.it

Prosegue con allarmante frequenza la sequela di furti che da mesi interessa un po’ tutto il territorio ibleo. Se nelle contrade rurali il fenomeno imperversa da tempo, al punto che alcuni residenti si sono organizzati in ronde, come nel caso di San Giacomo, ora i ladri hanno cominciato a colpire nelle frazioni marinare, con in testa Marina di Modica. L’ultimo furto si è registrato nella notte tra giovedì e venerdì scorsi, proprio nella frazione marinara modicana. Preso di mira, stavolta, un residence turistico. Ignoti ladri, dopo avere forzato gli infissi sono entrati rubando televisori di varie dimensioni ed una bicicletta che si trovava parcheggiata nella zona servizi. Il bottino supera i 2 mila euro mentre i danni alla struttura sono ancora da quantificare. I proprietari hanno presentato denuncia a carico di ignoti. Ma ad essere prese di mira dai malviventi sono sempre più spesso le case private, specie quelle abitate solo in estate.

I malintenzionati, una volta accertato che l’abitazione è disabitata, scassinano porte o finestre, causando danni spesso ben maggiori della stessa refurtiva portata via. Le forze dell’ordine, per quanto possibile, hanno intensificato i controlli, ma va da sé che il territorio da coprire è troppo vasto. Le zone lasciate al bui nonostante le reiterate richieste dei residenti, infine, non aiutano di certo polizia e carabinieri, mentre favoriscono invece le azioni dei ladri. Qualche residente si è a questo proposito dotato di impianti di telesorveglianza.