Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 23 Agosto 2017 - Aggiornato alle 17:25 - Lettori online 540
MODICA - 30/01/2017
Cronache - I dettagli resi noti dal dirigente del commissariato Nicodemo Liotti

VIDEO Cocaina nel barbecue: 2 arresti

I controlli proseguiranno Foto Corrierediragusa.it

Venti grammi di cocaina nascosti in un barbecue, all’interno di un garage dove sono stati rinvenuti inoltre un bilancino di precisione e cellophane, circa 4 mila euro in contanti e 14 banconote contraffatte da 50 euro, pronte per essere spese (vedi video servizio Tg 74)


È quanto sequestrato nella notte di sabato dalla polizia di Modica, in seguito ai controlli sul territorio per arginare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti. A finire nel mirino degli inquirenti il 51enne Gianni Giuca, già noto alle forze dell’ordine e la sua compagna e convivente, incensurata. La coppia sarebbe stata colta in flagrante mentre cedeva lo stupefacente a un altro uomo, segnalato come assuntore. Giuca avrebbe poi cercato di sviare gli inquirenti, portandoli ad ispezionare un primo garage, per così dire, “pulito”. I poliziotti però avevano già scoperto l’esistenza di un secondo garage non dichiarato, dove hanno poi rinvenuto lo stupefacente e le banconote false, 3 delle quali avevano lo stesso numero di serie. Sono così scattate le manette per il 51enne e la compagna che dovranno rispondere di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanza stupefacente e per i reati connessi al possesso delle banconote contraffate. Proprio riguardo a quest’ultimo punto, il dirigente del commissariato di Modica Nicodemo Liotti avverte i commercianti di prestare la massima attenzione a pagamenti con banconote contraffatte. I controlli dunque continueranno nei prossimi giorni, e impegneranno personale in uniforme in borghese, per garantire la sicurezza dei cittadini sul territorio.


Ha collaborato Chiara Carbone