Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 19 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 16:25 - Lettori online 877
MODICA - 04/11/2016
Cronache - E’ successo tutto in pochi minuti

La disgrazia della morte del 26enne nel rogo ai danni di azienda avicola "Ovo Blanco" sulla Modica mare. Tanta tristezza

Ancora da accertare le cause del rogo, forse dovute ad un cortocircuito
Foto CorrierediRagusa.it

In pochi minuti si è scatenato un inferno di fuoco che ha provocato la morte di un elettricista 26enne di Modica, il cui corpo è stato trovato poco dopo la mezzanotte di ieri carbonizzato tra le macerie. Si tratta di Alessio Iabichella, 26 anni, elettricista e calciatore del Frigintini in prima categoria. E’ la drammatica cronaca del grosso incendio che si è sviluppato nel primo pomeriggio ai danni dell’azienda avicola «Ovo Blanco», sulla Modica Marina di Modica. I vigili del fuoco hanno lavorato senza sosta e hanno accertato che Iabichella, dipendente di una ditta esterna di manutenzione, stava lavorando al quadro elettrico della «Ovo Blanco» quando è scoppiato l’incendio, forse originato proprio dall’impianto. Il corpo, come accennato, è stato trovato ieri notte. La struttura è stata subito evacuata e nessun dipendente della azienda avicola mancava all’appello, tranne il 26enne, rimasto all’interno della struttura. Non è chiaro se l’uomo sia svenuto forse a causa di qualche fiammata oppure non abbia fatto in tempo a tirarsi fuori dall’inferno di fuoco, fatto sta che non si trova il corpo sotto le macerie causate dal rogo. Fino all´ultimo si era sperato che l´uomo fosse solo disperso e non morto, anche se la notizia era stata diramata già dalla prima serata di ieri.

Sul posto anche i carabinieri ed il medico legale per i rilievi di rito. Le fiamme hanno in particolare aggredito i pollai e anche altre parti della struttura. I vigili del fuoco hanno lavorato in maniera alacre con mezzi del locale distaccamento e del comando provinciale di Ragusa. L´incendio, come accennato, è stato di proporzioni molto vaste e ha suscitato apprensione tra i residenti della zona, che, comunque, non sono mai stati a rischio, dal momento che i vigili del fuoco hanno avuto sotto controllo la seppur complessa situazione. L´incendio all´azienda avicola Blanco riporta alla mente quello altrettanto grosso che ha distrutto lo scorso agosto la sede della Avimecc, altra azienda del settore avicolo, nella zona industriale di Modica Pozzallo. Quella volta non vi furono vittime.

Nella foto la densa nuvola di fumo levatasi alta dalla zona del rogo