Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 21 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 11:15 - Lettori online 768
MODICA - 27/10/2016
Cronache - Il fenomeno si ripete ciclicamente a macchia di leopardo

Auto scassinate e danneggiate a Modica

I malviventi agiscono di notte Foto Corrierediragusa.it

Auto in sosta sempre più spesso oggetto di atti vandalici nel centro storico di Modica. A denunciarlo commercianti e residenti della zona e chi ogni giorno si reca nella zona per lavorare, con la paura di trovare alla fine della giornata in ufficio la propria autovettura danneggiata. Si tratta in realtà di una situazione non nuova, ma più volte denunciata, che periodicamente si ripresenta. Da Via Marchese Tedeschi, a Piazza Mazzini, fino alla zona di Piazzale Falcone Borsellino, i vandali agirebbero secondo le testimonianze un po’ ovunque. Specchietti rotti, vetri frantumati, sportelli forzati, urina sulla carrozzeria, sono infatti solo alcuni degli episodi verificatisi negli ultimi mesi e che portano di nuovo alla ribalta il problema della sicurezza in città. I vandali infatti, secondo quanto segnalato da più cittadini non agirebbero soltanto di notte, ma anche in pieno giorno, instillando un senso di insicurezza in chi si reca in centro anche solo per una passeggiata per negozi, oltre che per motivi di lavoro. Una situazione che diventa problematica anche per commercianti e esercenti di bar e ristoranti, che più volte hanno chiesto interventi in questo senso, magari con l’attivazione di telecamere di videosorveglianza o maggiori controlli da parte delle forze dell’ordine. Le istituzioni però, secondo quando raccontato da diversi cittadini, avrebbero aperto le braccia e fatto più volte «orecchie da mercante», lasciando inascoltate le denunce.