Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:52 - Lettori online 734
MODICA - 11/10/2016
Cronache - Amareggiato il coordinatore dei volontari Alessandro Cicciarella

Protezione civile di Modica "visitata" dai ladri

I ladri hanno agito nottetempo Foto Corrierediragusa.it

Quando i ladri non guardano in faccia nessuno.Ignoti malviventi hanno preso difatti di mira il capannone della protezione civile di Modica, in contrada San Filippo. Si tratta degli stessi ladri che hanno razziato ogni tipo di attrezzatura e mezzi nella notte tra domenica e lunedì dalla sede della Servizi per Modica. I malviventi infatti si sono introdotti anche nell’attiguo magazzino della protezione civile. Sono stati portati via un piccolo trattore, una fresa, un modulo antincendio per trattore, una gru idraulica, il quadro del gruppo elettrogeno e materiale vario come stivali e manici per le pale. «Un danno ingente che - commenta amareggiato il coordinatore del gruppo comunale di volontari di protezione civile Alessandro Cicciarella (foto) - vanifica i tanti sacrifici fatti fino ad ora dai tanti che con il loro impegno hanno lavorato per far crescere il servizio, utile per la cittadinanza. Una vicenda che lascia l’amaro in bocca - conclude - ma la protezione civile resterà sempre in prima linea, anche quando qualcuno tenta di «smantellarla» con questi furti deprecabili.

RAZZIATA ANCHE LA SEDE DELLA SPM SERVIZI PER MODICA
Hanno razziato ogni tipo di attrezzatura e mezzo. Ignoti malviventi si sono introdotti la scorsa notte nella sede della SpM Servizi per Modica, la società municipalizzata, in via Sorda Sampieri, contrada San Filippo, e hanno portato via mezzi, tra cui un escavatore e un autocarro, oltre a materiale vario di valore. La scoperta è stata fatta stamattina, all´apertura. I ladri, prima di agire, avevano messo fuori uso le telecamere presenti nel posto. Indagini in corso.