Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 1028
MODICA - 15/09/2016
Cronache - Lutto cittadino proclamato dal sindaco Pierenzo Muraglie in concomitanza con la cerimonia religiosa

Ai funerali di Samuele Peluso grande commozione e folla straripante

Amici e conoscenti hanno seguito anche dal sagrato della basilica di S. Maria Maggiore Foto Corrierediragusa.it

Una cerimonia religiosa mesta, triste, attraversata da grande commozione quella che si è tenuta a S. Maria Maggiore per i funerali di Samuele Peluso (foto). La Basilica non è riuscita a contenere tutta la folla di amici e conoscenti del giovane operaio ed ha seguito anche dal sagrato. Un gruppo di amici all´uscita dalla chiesa ha sollevato in alto la bara suscitando il lungo applauso dei tantissimi presenti.

Il sindaco di Ispica Pierenzo Muraglie in concomitanza con la cerimonia funebre aveva proclamato il lutto cittadino. Samuele Peluso, il 19enne modicano di nascita e ispicese di adozione, è venuto a mancare in seguito all´incidente stradale verificatosi sulla ex statale 115, nei pressi del ponte Costanzo. Il primo cittadino ha voluto interpretare il comune sentimento della popolazione, rimasta scossa dalla prematura e tragica scomparsa del giovane ispicese. Il sindaco e l´amministrazione comunale, attraverso questo atto, hanno inteso partecipare al profondo dolore della famiglia Peluso e della comunità tutta. Il sindaco ha ordinato di sospendere tutte le manifestazioni pubbliche eventualmente in programma nell´arco di vigenza del lutto cittadino e l´esposizione delle bandiere a mezz´asta nelle sedi comunali.

Il Sindaco ha invitato altresì i titolari di attività commerciali, professionali, artigianali, i titolari di servizi pubblici e privati, le organizzazioni politiche, sociali e le associazioni sportive a sospendere, facoltativamente, le proprie attività in concomitanza con lo svolgimento della cerimonia funebre, o ad esprimere, comunque, la loro partecipazione al lutto cittadino mediante la sospensione di eventuali attività ludiche, di feste e/o eventi vari che contrastino con il carattere luttuoso della cerimonia. Il sindaco e l´amministrazione comunale invitano le scuole di ogni ordine e grado a dedicare, nella stessa giornata, momenti formativi rivolti agli studenti di riflessione sul tragico evento.

Per quanto riguarda invece l´incidente mortale, restano tutte da verificare le circostanze del micidiale scontro avvenuto martedì verso le 18 sul rettilineo che immette sul ponte Costanzo. Il furgone Fiat Doblò alla cui guida si trovava Samuele Peluso avrebbe invaso la corsia opposta sulla quale procedeva la Lancia Musa in direzione Ragusa con a bordo una coppia di Comiso coinvolta nell’incidente. Marito e moglie, di 64 e 52 anni, sono in prognosi riservata per i gravi traumi riportati nell’impatto. Sull’asfalto, nei pressi di una curva, pare che non siano stati riscontrati segni di frenate ed è tutto da stabilire perché Samuele Peluso, professione meccanico nell’azienda di famiglia in contrada Treppiedi, sia andato a finire dall’altra parte della carreggiata. Potrebbe essersi trattato di un malore o di una distrazione, oppure di un guasto meccanico.

Samuele è morto sul colpo lasciando costernati i genitori, ed in particolare il fratello maggiore Gabriele e la sorella, anche lei più grande, Federica. Samuele, come accennato, lavorava da due anni nell’officina e l’aveva sin da piccolo frequentata. Era disponibile ed entusiasta del suo lavoro e la notizia della sua morte ha lasciato tutti i colleghi impietriti i quando la notizia si è sparsa. Il lavoro è comunque andato avanti per le sole emergenze, nel ricordo di Samuele.