Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1342
MODICA - 22/01/2009
Cronache - Modica - Andrea Insolia fu arrestato per aver picchiato un modicano

Ultras siracusano torna libero alla vigilia del derby col Modica

Revoca dei domiciliari per la decorrenza dei termini di carcerazione. Ma il tifoso non ha potuto assistere alla partita
Foto CorrierediRagusa.it

Remissione in libertà per l’ultras siracusano Andrea Insolia (nella foto), 21 anni, proprio la vigilia del derby tra Siracusa e Modica. Una partita al quale Insolia non ha comunque potuto assistere, essendo per lui vietato l’ingresso nelle strutture sportive durante lo svolgimento degli eventi, dopo l’accusa di tentato omicidio per aver partecipato al pestaggio di un giovane di Modica. La revoca degli arresti domiciliari è scaturita dalla decorrenza dei termini di carcerazione, come già avvenuto circa un mese fa per gli altri tre ultras siracusani, presunti complici e coautori dell’aggressione al giovane Ivan Belluardo, registratasi lo scorso 17 settembre, al termine della partita d’andata tra i rossoblu e gli aretusei.

Avevano già riacquistato la libertà Giuseppe Blundo, 24 anni, Angelo Alota, 40 anni, e Francesco Di Paola, di 30. Stando alle indagini della Polizia, il quartetto picchiò il modicano di 18 anni in un piazzale antistante un supermercato, all’imbocco della statale 115, poche decine di minuti dopo il derby. Gli energumeni, che viaggiavano a bordo di due «Fiat Punto», si staccarono dagli altri mezzi incolonnati, scesero dalle auto e cominciarono a bastonare e frustare con una corda lo sfortunato ragazzo, che si trovò nel posto sbagliato al momento sbagliato. Blundo, Alota e Di Paola furono arrestati pochi minuti dopo nei pressi di Rosolini, mentre per Insolia le manette scattarono qualche giorno dopo nella sua abitazione a Siracusa.

Angelo Alota Francesco Di Paola Giuseppe Blundo
La vittima Ivan Belluardo nel letto d´ospedale