Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 1033
MODICA - 25/08/2016
Cronache - Lo sfratto è stato rinviato al 3 ottobre

Sfratto rinviato per una famiglia di Modica

I Forconi hanno fatto da mediatori Foto Corrierediragusa.it

I coniugi Sparacino Bittordino dovevano essere sfrattati come conseguenza della casa persa all’asta, nonostante sia ancora in corso il processo per usura di cui sono vittime. Ma la donna, Rosaria Bittordino, alla vista dell’ufficiale giudiziario, è stata colta da malore. A questo punto lo sfratto è stato rinviato al 3 ottobre mentre la donna ha rifiutato di essere trasportata in ospedale con l’ambulanza per accertamenti, preferendo restare accanto al figlio di 8 anni e all’anziana madre, peraltro malata. La vicenda è stata seguita dai Forconi, che hanno fatto da mediatori con l’ufficiale giudiziario e con l’avvocato dell’acquirente dell’immobile, assegnato all’asta per soli 39 mila euro, a fronte di un valore di 150 mila. La coppia che non ha nessun altro posto dove andare, chiede da tempo la sospensione del procedimento giudiziario dello sfratto, in attesa della sentenza del processo penale che li vede parte lesa in una causa di usura dove il presunto usuraio è la stessa persona che si è aggiudicato all’asta parte dei beni della famiglia. «E’ una legge che non funziona – tuona ancora una volta Mariano Ferro, leader dei Forconi – e chiediamo pertanto un incontro con le parti in causa per trovare una soluzione».