Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 745
MODICA - 15/07/2016
Cronache - Intanto i carabinieri hanno ritrovato un’auto rubata

Ladri in casa con gli inquilini narcotizzati

L’allerta resta alta Foto Corrierediragusa.it

Ormai le incursioni ladresche sono all’ordine del giorno (e della notte) un po’ in tutto il territorio ibleo, dove le case vengono depredate anche con gli inquilini dentro, mentre guardano la tv oppure dormono. In almeno un caso dei ladri particolarmente «prudenti» hanno addirittura narcotizzato con un gas una coppia della frazione balneare di Bruca, nello Sciclitano, che, al risveglio l’indomani mattina, si è ritrovata con la villa depredata. Colpi più o meno fruttuosi sono poi stati messi a segno a Modica, Scicli, Pozzallo, Ispica, e nelle zone balneari di Marina di Modica, Marina di Ragusa e litorale sciclitano, oltre alle contrade rurali. Insomma, un autentico bollettino di guerra che lascia l’amaro in bocca e l’inquietudine tra i residenti, costretti a barricarsi in casa in queste giornate di forte caldo, per evitare «visite» sgradite. C’è anche chi si è organizzato con delle ronde, diurne e notturne, a garanzia della sicurezza personale e della famiglia. Da parte loro le forze dell’ordine fanno quello che possono, cercando di presidiare le suddette zone nonostante l’atavica carenza di personale.

I dati fanno riflettere con circa una ventina tra furti e tentati furti in meno di una settimana, quindi ad una impressionante media di due al giorno. Nel tentativo di arginare questo dilagante ed inquietante fenomeno, come accennato, le forze dell’ordine stanno intensificando i controlli. Di arresti per il momento non ce ne sono, ma tuttavia i carabinieri della compagnia di Modica hanno recuperato un’auto in territorio di Santa Croce Camerina risultata rubata nella notte tra domenica e lunedì a Marina di Modica, nell’ambito di un furto in abitazione.

La macchina era ben nascosta sotto alcuni teloni di plastica nera, in mezzo alla vegetazione delle campagne. Nonostante ciò il mezzo è stato notato da una pattuglia dell’Arma e già restituito al proprietario che aveva sporto denuncia, dopo i rilievi utili a rilevare impronte digitali ed altri indizi per risalire ai malviventi.