Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1193
MODICA - 21/06/2016
Cronache - La vittima è la 32enne di Pachino Maria Grazia Di Fede

Non ce l´ha fatta la donna che aveva partorito un feto morto

Una drammatica vicenda che è terminata nel peggiore dei modi Foto Corrierediragusa.it

E´ purtroppo deceduta nella divisione di rianimazione dell´ospedale Maggiore di Modica la donna 32enne di Pachino Maria Grazia Di Fede. Giunta venerdì scorso dal suo paese al pronto soccorso di Modica era stata trasferita al reparto di ostetrica e ginecologia visto che si trovava quasi alla conclusione del percorso di gestazione (era alla 37ma settimana) e, sostanzialmente, era in travaglio. Il feto che portava in grembo, attraverso l’esame del tracciato, era risultato privo di vita da almeno tre giorni. In pratica, girandosi nel grembo della madre, il feto aveva provocato un nodo fatale nel cordone ombelicale. I medici avevano proceduto, come da protocollo, a fare partorire la donna nella stessa serata. Il feto pesava quasi quattro chili e mezzo. Maria Grazia Di Fede era stata vittima di una forte emorragia ed era stata di conseguenza sottoposta a raschiamento, andando nel contempo due volte in arresto cardiaco. Era stata quindi sottoposta a duplice defibrillazione e conseguentemente riportata in sala operatoria. Le condizioni della gestante si erano aggravate nelle ore successive tant’è che si era reso necessario il suo trasferimento al reparto di rianimazione dello stesso nosocomio.