Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 986
MODICA - 03/06/2016
Cronache - Si tratta del 24enne Giancarlo Noto

Risarcimento per ingiusta detenzione ad un modicano

Soddisfatti i suoi avvocati Giovanni Favaccio e Alessio Malvaso Foto Corrierediragusa.it

La Corte d’appello di Catania ha riconosciuto un risarcimento di 85 mila euro per ingiusta detenzione a Giancarlo Noto, 24 anni, modicano. La terza sezione penale ha infatti riconosciuto che il giovane era stato detenuto in carcere per un anno e tre giorni ingiustamente in quanto non era l’autore della rapina, insieme ad un complice, ai danni di una pensionata modicana residente nel quartiere S. Lucia. Giancarlo Noto era stato assolto dal reato nel maggio di due anni fa e a distanza di un anno della richiesta di risarcimento avanzata dai suoi avvocati, Giovanni Favaccio e Alessio Malvaso, è stato ora risarcito. In sede di processo si accertò che nel momento della rapina ai danni della pensionata, cui vennero sottratti una collana d’oro e 50 euro, Giancarlo Noto, come risultò dai tabulati telefonici, si trovava a circa 10 chilometri dalla città. Inoltre la perizia su un passamontagna ritrovato nei pressi dell’abitazione della vecchietta non riportava tracce riferibili al giovane.