Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 1043
MODICA - 07/05/2016
Cronache - Hanno il solo obbligo di firma periodica dai carabinieri

Liberi i 2 modicani a "luci rosse"

Lo ha deciso il Tribunale della Libertà di Catania Foto Corrierediragusa.it

Il Tribunale della Libertà di Catania ha rimesso in libertà i due modicani arrestati dai carabinieri a metà aprile per favoreggiamento della prostituzione. Vincenzo Giannì, 57enne, pensionato, e Rosario Pitino, 50enne, disoccupato (foto), erano ai domiciliari come aveva disposto il gip del tribunale di Ragusa Giovanni Giampiccolo, su richiesta del Pubblico Ministero titolare dell’indagine Valentina Botti. I due modicani, difesi dagli avvocati Giovanni Di Pasquale e Tiziana Caruso, sono ora tornati liberi con il solo obbligo di firma periodica dai carabinieri. I modicani, secondo quanto accertato dai carabinieri, avrebbero gestito una rete di immobili, circa una quindicina di abitazioni site tra Modica, Marina di Modica, Ragusa e Siracusa, delle quali ne avevano la disponibilità in qualità di proprietari o locatari, e che concedevano in locazione a più persone affinché queste potessero esercitare la prostituzione.