Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 884
MODICA - 09/02/2016
Cronache - La ragazza ha perso il controllo del ciclomotore? Forse

Il mistero della morte di Eleonora Giurdanella

L’incidente fatale martedì in contrada Crucià a Frigintini
Foto CorrierediRagusa.it

E´ stata disposta dalla procura di Catania l´autopsia sul corpo della modicana 16enne Eleonora Giurdanella (foto), vittima di un incidente stradale, si presume autonomo, verificatosi martedì mattina, intorno alle 13, in contrada Crucià a Frigintini, frazione rurale di Modica. L´esame autoptico dovrà fare maggiore chiarezza sulle cause del decesso, anche perchè non è escluso che nell´incidente, come accennato a prima vista autonomo, possa essere rimasto coinvolto un altro veicolo, il cui guidatore non si sarebbe fermato a prestare soccorso alla giovane. Per sgomberare il campo da dubbi stanno lavorando gli uomini della polizia locale, che hanno sentito alcuni testimoni. Quanto prima il corpo della sfortunata ragazza, che si trova ancora a Catania, sarà restituito ai familiari per i funerali che saranno celebrati a Modica. Il cuore della ragazza si è fermato in serata, nel corso di un delicato intervento chirurgico, all’ospedale Garibaldi, dov’era stata ricoverata d’urgenza dopo il trasporto in elisoccorso che era atterrato nel vicino campo sportivo «Tantillo». La ragazza viaggiava in sella ad uno scooter Scarabeo di cui avrebbe all’improvviso perso il controllo, rovinando a terra e schiantandosi contro un palo della pubblica illuminazione. Era stata una donna a lanciare l´allarme alla polizia locale. La pattuglia di stanza a Modica Alta era immediatamente intervenuta sui luoghi dove aveva trovato la giovane riversa al suolo, in stato di incoscienza. Era stato chiesto l´intervento del 118 ma i medici, una volta giunti sul posto, si erano immediatamente resi conto della gravità della situazione per la quale si era reso necessario il trasferimento della ragazza ferita in un centro per politraumatizzati. Dopo pochi minuti era arrivata l´eliambulanza e subito dopo il volo verso il nosocomio etneo, dove la giovane è deceduta sotto i ferri.

La ragazza frequentava la seconda classe del liceo linguistico Verga. La polizia locale ha avviato le indagini su quello che, in apparenza, come accennato, sembra un incidente stradale autonomo. Tuttavia, come ribadito, non si esclude un fattore terzo quale concausa del grave sinistro. Il ciclomotore è stato sequestrato.


Condoglianze
09/02/2016 | 21.43.01
Massimiliano

Mi associo al dolore dei familiari e di tutti quelli che come me hanno letto la notizia. È la seconda tragedia in pochi giorni checavviene in provincia con modalità simili.I pali della luce non devono stare sulla strada e se peoprio devono che siano rivestiti con materiali che attutiscono l´urto. Lente che gestisce la strada potrebbe essere responsabile di quanto occorso?