Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 1023
MODICA - 13/10/2007
Cronache - Modica - Ha toccato il suolo violentemente per un’anomalia al paracadute.

Paracadutista olandese
con prognosi riservata

Si era lanciato da un’altezza di 1500 metri. E’ finito al "Maggiore" dove è stato operato alla caviglia. Foto Corrierediragusa.it

E’ finita in ospedale la vacanza di un turista olandese in vacanza in Sicilia. Il cinquantenne turista, di cui non sono state rese note le generalità, aveva pensato bene di cimentarsi nel suo sport preferito. Da qualche anno infatti pratica paracadutismo e l’occasione di provare un lancio in terra siciliana gli è stata offerta dalla base di atterraggio in contrada Oasi del re a Marina di Modica .

L’olandese è salito a bordo di un Piper Piratus, un velivolo bielica , che dopo avere sorvolato la costa modicana, ha lanciato l?olandese sulla base dell’Oasi del re da una altezza di circa mille 500 metri. Tutto sembrava andare bene anche perché le condizioni meteo ieri erano delle migliori nella zona di Marina di Modica. Ad assistere alle evoluzioni dell’olandese un gruppetto di connazionali che si trovano in vacanza nella zona.

Gli spettatori si sono subito resi conto che qualcosa non andava quando a poche centinaia di metri dall’atterraggio tuttavia il paracadute del turista olandese ha avuto qualche problema e non si è aperto come previsto. Il contatto con la base di atterraggio è stato pertanto traumatico causando un violento impatto. Le condizioni dell’uomo sono apparse subito gravi visto che le fratture agli arti sono apparse subito evidenti.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Marina di Modica che erano stati allertati dagli amici del paracadutista che avevano assistito allibiti alla drammatica scena. Una ambulanza del 118 è arrivata alla base dell’Oasi del re ed ha subito trasportato il turista presso l’ospedale Maggiore dove i medici di turno hanno disposto il ricovero presso il reparto di Ortopedia. I sanitari non hanno riscontrato lesioni agli organi interni ma si sono comunque riservata la prognosi. I carabinieri hanno sequestrato il paracadute e tutta l’attrezzatura usata dal turista olandese per verificare se l’incidente è attribuibile ad un cattivo funzionamento o ad imperizia.