Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 1100
MODICA - 13/08/2008
Cronache - Modica - Su decisione del gip Michele Palazzolo

Revoca degli arresti domiciliari per l´imprenditore Busso

Era stato arrestato dalla Guardia di finanza lo scorso mese Foto Corrierediragusa.it

Revoca degli arresti domiciliari per Giuseppe Busso (nella foto), l’imprenditore di 41 anni arrestato lo scorso mese dalla guardia di finanza per abuso d’ufficio, frode in pubbliche forniture e peculato. Quest’ultimo reato era stato contestato anche all’allora dirigente del settore ecologia Anita Portelli, alla quale furono subito concessi i domiciliari, revocati circa tre settimane fa dai giudici del tribunale del riesame di Catania.

Gli stessi giudici avevano concesso i domiciliari a Busso a tempo determinato, fino a settembre, data ritenuta sufficiente alla chiusura delle indagini delle fiamme gialle per l’acquisizione di eventuali e ulteriori prove a carico, senza pericolo d’inquinamento delle stesse da parte dell’interessato. Ma ieri il gip Michele Palazzolo, colui che emise le ordinanze di custodia cautelare e che respinse le richieste di remissione in libertà avanzate dalla difesa subito dopo l’interrogatorio di Portelli e Busso in carcere, ha deciso per la scarcerazione di quest’ultimo.

Il magistrato ha rimesso in libertà l’imprenditore circa 20 giorni prima della data fissata dai giudici etnei perché pare che le indagini dei finanzieri che riguarderebbero in maniera più o meno diretta Busso si siano ormai concluse. L’imprenditore avrebbe assunto un numero inferiore di dipendenti con qualifiche inferiori rispetto a quelle previste dal capitolato d’appalto, utilizzando altresì un numero ridotto di automezzi da lavoro, peraltro già obsoleti e non in regola con le rigide normative in materia di sicurezza.