Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 1235
MODICA - 17/10/2015
Cronache - Il colpo era stato messo a segno nella notte

Preso il ladro del "Ciok cafè": è un tunisino

Il malvivente ha sempre agito penetrando nel locale dall’ingresso secondario Foto Corrierediragusa.it

E’ un giovane tunisino già ai domiciliari per altri reati l’autore dell’ultimo furto verificatosi nella notte tra martedì e mercoledì ai danni del bar «Ciok Cafè» di corso Umberto a Modica, che era già stato «visitato» dai ladri lo scorso giugno. Sono stati i carabinieri a mettere il sale sulla coda al tunisino, trovato in possesso di parte della refurtiva sottratta al bar e già riconsegnata al legittimo proprietario, il titolare del bar Angelo Amore. Si tratta di bottiglie di liquore, confezioni di caffè ed altra merce del valore di circa 600 euro. I carabinieri stanno ora valutando la posizione del tunisino, che potrebbe cavarsela solo con una denuncia per ricettazione, data la trascorsa flagranza. Come accennato potrebbe configurarsi pure il reato di evasione dai domiciliari e le manette potrebbero quindi scattare sia per questo motivo e sia perchè il tunisino parrebbe essere recidivo: i militari stanno difatti accertando se l´uomo sia il responsabile anche degli altri furti verificatisi al «Ciok café» sempre con le medesime modalità. Anche nell´ultimo episodio il malvivente ha forzato la porta laterale del locale facendo man bassa della merce per ben cinque volte in meno di otto mesi. Il ladro ha sempre agito penetrando nel locale dall’ingresso secondario di via Grimaldi che consente di accedere nel laboratorio-cucina.