Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 661
MODICA - 05/10/2015
Cronache - Stanno indagando i carabinieri

Furto di 250 mila euro alla ditta Fasas

Probabile l’esistenza di un basista Foto Corrierediragusa.it

Furto con un maxi bottino di quasi 250 mila euro ai danni della Fasas di contrada Beneventano, azienda leader a Modica che opera nel settore trattamento acque, condizionamento e caldaie ed energia alternativa. Ad agire sono stati sicuramente dei professionisti nella notte tra sabato e domenica scorsi. Sono arrivati dalla zona retrostante caratterizzata dalla campagna aperta, hanno scardinato tutte le saracinesche, coperto l´occhio delle telecamere con cartoni e disattivato il sistema d´allarme collegato con una ditta di vigilanza privata. Poi hanno prelevato tre mezzi dell´azienda, un camion, un furgone e un´auto furgonata sui quali hanno caricato di tutto: condizionatori, pompe, caldaie, addolcitori, rame, rubinetteria di ottone, articoli per la manutenzione. Il danno complessivo, compreso quello alle strutture, è molto ingente. La scoperta del furto è stata fatta dai carabinieri domenica mattina quando hanno notato un furgone scuro fermo ai bordi della strada sulla Modica-Pozzallo. I militari hanno verificato che era un mezzo della Fasas (era stato abbandonato per un guasto) e si sono recati nella sede dell´azienda dove hanno constatato che i cancelli erano aperti.

A quel punto hanno telefonato ai proprietari che ora stanno procedendo all´inventario per quantificare la merce rubata, che, come accennato, sfiora i 250 mila euro, solo in parte assicurata. La dinamica fa ipotizzare l´esistenza di un basista anche perché i malviventi hanno tralasciato gli uffici dove, in effetti, non c´era nulla da rubare.