Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:32 - Lettori online 1223
MODICA - 30/08/2015
Cronache - L’uomo, noto come "U tedescu", si è sfracellato al suolo

Si è buttato dal 4° piano di un palazzo il 45enne Salvatore Modica: i carabinieri avevano tentato di trattenerlo. Morto sul colpo da 15 metri di altezza

Forse l’uomo ha perso la testa dopo un banale diverbio Foto Corrierediragusa.it

Potrebbe essere stato un banale diverbio sorto con un vicino per via del suo cane che disturbava abbaiando di continuo a fare perdere letteralmente la testa al 45enne Salvatore Modica, conosciuto col soprannome "U tedescu", che ieri mattina, poco prima delle sette, si è lanciato dal quarto piano di una palazzina della circonvallazione Ortisiana a Treppiedi Sud. Eppure i carabinieri, allertati e giunti sul posto dopo pochi minuti, erano riusciti ad avviare con l´uomo una sorta di "trattativa" per farlo desistere dal compiere l´insano gesto. Tutto questo era servito a prendere tempo. Ad un certo punto la vittima, dopo aver cominciato ad urlare e a prendere a calci il portone nel pieno di una crisi isterica, ha lasciato il guinzaglio dell´animale ed è stato in quel frangente che è salito sul cornicione del palazzo dove risiede, attraverso la finestra del vano scala, minacciando di lanciarsi nel vuoto. Nel momento in cui il 45enne ha deciso di farla finita è stato agganciato per il polso da uno dei militari che è riuscito trattenerlo nonostante si fosse procurato uno strappo alla mano.

Durante i concitati momenti, Salvatore Modica, ha avuto la lucidità di sganciare il cinturino dell´orologio che portava al polso, facendo perdere la già precaria presa al militare, ed è precipitato nel vuoto da un´altezza di circa quindici metri. Lanciato l´allarme, sul posto è intervenuta l´ambulanza del 118 ma i sanitari hanno solo potuto constatare il decesso dell´uomo, esanime in una pozza di sangue. Dopo la ricognizione cadaverica ed avere informato il magistrato di turno, il corpo è stato trasferito all´obitorio. I carabinieri stanno cercando di capire cosa possa essere stata la causa scatenante dell´insano gesto.

Nella foto in alto una immagine di repertorio