Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 1244
MODICA - 31/07/2015
Cronache - L’incidente è avvenuto durante il rinfresco per il matrimonio della zia

Porta di calcetto cade addosso a un bimbo

Il bambino, che ora è cosciente, viene al momento alimentato con un sondino mentre si sta valutando l’opportunità di procedere ad un intervento chirurgico Foto Corrierediragusa.it

Dal gioco al dramma è stato un attimo. Si trova ricoverato in prognosi riservata al policlinico «Vittorio Emanuele» di Catania un bambino italo inglese di sei anni in vacanza a Modica. Il piccolo è stato colpito allo stomaco dalla traversa tubolare della porta di calcetto che è venuta completamente giù in quanto evidentemente non fissata a norma al terreno. L’incidente si è verificato la scorsa settimana nel campo di calcetto di un resort della periferia cittadina, dove era stato organizzato il banchetto nuziale dopo il matrimonio in chiesa della zia del piccolo, figlio di padre modicano e di madre inglese. Proprio per partecipare all’evento nuziale la famigliola era venuta a Modica dall’Inghilterra, dove vive da oltre un decennio. Mentre i commensali mangiavano, i bimbi si erano allontanati per giocare nel campetto di calcio. Mentre si trovavano vicino alla porta, l’intera struttura, come accennato, è completamente venuta giù con i pali e la traversa, rovinando addosso al bambino e colpendolo allo stomaco. Un momento di felicità si è quindi in pochi secondi mutato in tragedia e tra gli sposi e gli oltre cento commensali si è sparso il terrore. Qualcuno ha chiamato il 118 e il 112 per l’intervento dei carabinieri propedeutico ad un sopralluogo volto al sequestro ed al transennamento dell´area e per accertare per quale motivo la porta avesse ceduto, ma pare che i militari avessero prima bisogno del referto medico per procedere in tal senso. Immediato invece l’intervento dell’ambulanza, che ha trasportato il piccolo al «Maggiore», dove i medici hanno accertato una lesione al pancreas. Di comune accordo con i genitori, si è quindi deciso di trasferire il bambino in un centro specializzato del capoluogo etneo, dove è stato trasportato in ambulanza con un chirurgo e un rianimatore a bordo.

Il bambino, che ora è cosciente, viene al momento alimentato con un sondino mentre si sta valutando l’opportunità di procedere ad un intervento chirurgico. La famiglia del piccolo ha dunque dato mandato ad un legale di procedere per accertare eventuali responsabilità in ordine al grave incidente che per fortuna non è sfociato in tragedia.