Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 875
MODICA - 19/07/2015
Cronache - Tutto è accaduto sotto gli occhi degli atterriti passanti

Guerriglia urbana a Modica con una rissa

Sicuramente un brutto biglietto da visita per la città che non contribuisce ad accrescere la sensazione di sicurezza percepita dalla gente Foto Corrierediragusa.it

Autentiche scene da guerriglia urbana in centro storico a Modica con due bande, rumeni da una e tunisini dall’altra, che si sono inseguite per i vicoli della città semi nudi e con bastoni e spranghe in mano, urlando e mettendo in allarme i residenti. La rissa ha avuto il suo epicentro in via Conceria, nell’area antistante il bar «Rewind», che, per buona parte, è stato devastato (foto). Botte da orbi con calci, pugni e armi improprie e sangue sulla strada. Prima che qualcuno potesse avvisare le forze dell’ordine, i facinorosi, seminudi, scalzi e sporchi di sangue, si sono dileguati con la stessa rapidità con la quale erano irrotti, spezzando la quiete e la tranquillità di una sonnacchiosa serata. Parecchi i preoccupati passanti che hanno assistito alla violenta scena. I motivi della furibonda rissa restano ignoti: forse qualche bicchiere di troppo, una parola non gradita e via con spintoni, calci, pugni, bastonate e poi il fuggifuggi generale. Anche stavolta il fattaccio è accaduto nel momento in cui in città si registrava il pienone per la classica passeggiata estiva, con in giro residenti e turisti con bambini la seguito. I rumeni, almeno una mezza dozzina, sarebbero stati provocati da cinque tunisini. Come accennato, sono volati calci, pugni, bottiglie, sedie e tavoli del bar mentre la gente impaurita è fuggita via, mettendo al riparo i ragazzini.

In pochi minuti altri 15 rumeni sono tornati alla carica armati di bastoni alla ricerca dei tunisini che, però, avevano fatto perdere le loro tracce tranne uno, che, alla vista del gruppo armato, si è dato a precipitosa fuga. Tanta paura per la gente che stava passeggiando e pure parecchi danni a carico del gestore del bar che dovrà accollarsi i costi dei tavoli e delle sedie distrutti. Altri episodi del genere si erano di recente verificati pure in piazza Matteotti, piazza Albanese e via Pellico. Sicuramente un brutto biglietto da visita per la città che non contribuisce ad accrescere la sensazione di sicurezza percepita dalla gente costretta, suo malgrado, ad assistere di punto in bianco a queste scene assurde.


povera italia
20/07/2015 | 13.20.47
franco

questa vergogna deve finire...queste cose accadono solo in italia....in francia o in germania li avrebbero arrestati tutti e rispediti nei loro paesi...
a scontare la pena.....non ci siamo più.....altro che integrazione....qui si viene solo per delinquere......


integriamoli
19/07/2015 | 17.38.05
marco

integriamoli diamo loro vitto ed ospitalita´ e pignoriamo
le case alle famiglie italiane in difficolta´ .
ci vediamo alle prossime elezioni ............


Accogliente
19/07/2015 | 14.51.57
Enzo

Sarebbe meglio non dare queste notizie per non mettere in cattiva luce i nostri fratelli migranti.