Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 736
MODICA - 18/06/2015
Cronache - Ondata di intimidazioni e danneggiamenti verso residenti e aziende

Chi avvelena i carrubi e gli ulivi nel Modicano?

Previsto un sopralluogo per raccogliere le testimonianze dei residenti Foto Corrierediragusa.it

Mentre continuano gli episodi di micro criminalità nel centro storico, denunce arrivano anche dalle campagne modicane al M5S. E´ infatti in corso da diversi mesi nella zona di contrada Zimmardo-Bellamagna una vera e propria ondata di intimidazioni e danneggiamenti verso residenti e aziende. In particolare, nel corso di questi mesi, sono stati avvelenati centinaia di carrubi ed ulivi secolari. Ancora oscuri i motivi di questi avvelenamenti seriali, che consistono nell´irrorare i rami delle piante con sostanze nocive che seccano gli stessi, impedendo di produrre i frutti, che non possono quindi essere raccolti e commercializzati, con grave danno per i coltivatori. Oltre al danno economico, c’è anche quello ambientale. Gli alberi ricadono in un´area sotto vincolo paesistico, questi gesti compromettono ancora più il valore territoriale e il pregio della zona di cui sono la massima espressione, disegnando un paesaggio unico, particolarmente apprezzato dai turisti.

I grillini si chiedono: «Cosa c´è dietro questi avvelenamenti? Si cerca di impaurire e costringere i residenti a vendere in vista di qualche forma di speculazione o sono le classiche diatribe tra confinanti»? Il movimento 5 Stelle di Modica dunque nei prossimi giorni farà un sopralluogo per raccogliere le testimonianze dei residenti ed eventualmente attivare i parlamentari nazionali su quest´oscura vicenda.