Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 962
MODICA - 20/05/2015
Cronache - Era la moglie di Orazio Sortino, già presidente della Fondazione «Grimaldi» di Modica

Donati gli organi della 59enne Clelia Occhini

Un’embolia non ha dato scampo alla donna, forte, tenace e appassionata del territorio e della sua cultura Foto Corrierediragusa.it

Donati gli organi di un´imprenditrice deceduta all´Ospedale San Raffaele di Milano a seguito delle complicanze sopraggiunte dopo un´operazione, considerata di routine. Il marito e i figli di Clelia Occhini (foto), 59 anni, originaria di Scicli, ma residente da anni a Modica, hanno prestato il consenso al prelievo dopo che i medici milanesi ne avevano dichiarato la morte cerebrale. La donna era stata ricoverata al San Raffaele per la sostituzione di una valvola cardiaca che le era stata impiantata quando aveva 15 anni. Negli ultimi mesi era apparsa evidente la necessità di sostituire quella valvola artificiale. Dopo l´intervento un embolo ha causato una emorraggia cerebrale, che ha portato alla morte di Clelia. Attese le ore necessarie per staccare i macchinari si è provveduto al prelievo di tutti gli organi ad eccezione delle cornee. Era volontà della donna donare, in caso estremo, i propri organi ed i familiari hanno voluto che così fosse, compresa la cremazione del corpo che avverrà proprio a Milano prima che le ceneri tornino a Modica. Alcuni organi sono stati già impiantati, come fegato e pancreas, mentre nelle prossime ore toccherà ad altri pazienti in lista d´attesa. Il gesto di Clelia Occhini, ridarà vita a tante persone, alcune ancora giovani, ed è un esempio di altruismo incredibile che fa onore alla sua famiglia e a Modica intera che, alla notizia, ha manifestato apprezzamento.

Clelia Occhini era moglie del più noto, Orazio Sortino, già presidente della Fondazione «Grimaldi» di Modica, ricercatore e docente presso la Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Catania, Corso di Laurea in «Scienze e Tecnologie Agrarie. Il professionista si trovava con la moglie che aveva assistito durante l´intervento chirurgico per la sostituzione di una valvola cardiaca (operazione andata bene). Poi è sopraggiunta un´embolia che non ha dato scampo alla 59enne, donna forte, tenace, appassionata del territorio e della sua cultura. Da quattro anni era diventata nonna.