Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 850
MODICA - 11/04/2015
Cronache - Due i furti messi a segno nella notte tra giovedì e venerdì

Ladri cenano e bevono prima di rubare

Dei due episodi si stanno occupando i carabinieri Foto Corrierediragusa.it

Ladri «affamati» penetrano in un’azienda e prima di rubare decidono di cenare. Poi rubano altra merce nella sede di un´altra società poco distante di fiori e piante. Ammonta a migliaia di euro il bottino complessivo. E´ accaduto nella notte tra giovedì e venerdì. I ladri sono entrati prima nell’azienda Antonino Spadaro Infissi di Via Sorda Sampieri, in contrada San Filippo e, una volta costatato che i locali erano muniti di ogni comfort, cucina, televisore e altro, dato che era ancora l’una circa, hanno deciso che poteva starci anche una lauta cena, che hanno consumato, accompagnata anche da buon vino. A quel punto, l’azione andava completata e allora hanno cominciato a girare per verificare cosa portare via. Si sono «accontentati» del televisore, della macchinetta da caffè, di una carta di credito e di alcuni attrezzi manuali da lavoro mentre per andare via hanno sottratto anche un autocarro adibito al trasporto dei lavorati. Nessuno si è accorto di nulla, nonostante la via Sorda Sampieri sia parecchio trafficata (si tratta della Modica Mare) e nonostante confinanti all’azienda ci siano anche alcune villette abitate (l´allarme era comunque scattato ma il proprietario non avrebbe udito lo squillo del telefono tanto che è stato avvertito dalla società di vigilanza privata).

I ladri, a quel punto, si sono considerati in serata di grazia ed allora hanno deciso di sfruttare la fortuna. Sono entrati, infatti, nell’azienda Careno Garden House che si trova qualche centinaio di metri distante dalla Spadaro Infissi. Qui hanno utilizzato un autocarro nel quale era inserite ancora le chiavi, che ha fatto da ariete per sfondare la porta. Hanno rubato una decina di decespugliatori e tosaerba oltre ad attrezzatura varia e carburante prima di fuggire. L´allarme è scattato in ritardo. In zona sarebbe stata ritrovata una delle targhe dell´autocarro di Spadaro. La scoperta, in questo caso, è stata fatta ieri mattina all´apertura. Dei due episodi si stanno occupando i carabinieri.