Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 926
MODICA - 30/03/2015
Cronache - Il giovanissimo indagato ha negato ogni accusa dinanzi al pubblico ministero

Un 14enne ha stuprato 2 bimbi a Modica?

I due bambini presunte vittime degli abusi sessuali sono stati sottoposti ad incidente probatorio Foto Corrierediragusa.it

E’ agghiacciante la presunta vicenda di abusi che vedrebbe coinvolti tre minori di Modica, tutti di sesso maschile. Si tratterebbe di una violenza sessuale consumata da un 14enne marocchino ai danni di due bambini, rispettivamente di otto e sei anni, uno modicano e l’altro rumeno. L’incresciosa vicenda risalirebbe allo scorso settembre e in queste ore il giovanissimo indagato è comparso davanti al pubblico ministero della procura presso il tribunale dei minori di Catania, assistito dal difensore scelto dalla famiglia, l’avvocato Giovanni Favaccio. I due bambini presunte vittime degli abusi sessuali sono stati invece sottoposti ad incidente probatorio. Sulla delicatissima vicenda vige il più stretto riserbo per ovvi motivi. La denuncia è stata presentata alcune settimane fa dai genitori dei due bambini al commissariato di via Cornelia, da dove, di conseguenza, è stato trasmesso il fascicolo alla magistratura inquirente catanese che si è messa subito al lavoro per fare piena luce sugli scabrosi fatti. Dinanzi al pubblico ministero il 14enne avrebbe categoricamente negato la violenza sessuale sui due bambini, ma il magistrato dovrà valutare anche i contenuti delle dichiarazioni rilasciate dalle presunte vittime.

Ciò che si dovrà dunque chiarire è se realmente ci sia stata la violenza confidata dai bambini ai rispettivi genitori che hanno sporto denuncia alla polizia e la conseguente gravità che andrebbe ad incidere sul piano psicologico, e non solo, delle parti lese.