Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1472
MODICA - 21/03/2015
Cronache - La notte brava di un immigrato in centro storico

Marocchino ferisce dipendente di un pub

L’agente ferito e il dipendente del locale sono stati portati in ospedale
Foto CorrierediRagusa.it

Un giovane marocchino di 21 anni non nuovo ad episodi del genere nella notte tra venerdì e sabato è entrato in un pub del centro storico, ha creato trambusto, poi ha aggredito un dipendente e, successivamente, ha ferito anche un poliziotto. Nonostante ciò è già a spasso per la città com´era già accaduto lo scorso 22 febbraio, quando aveva danneggiato cinque telecamere di videosorveglianza da poco installate al quartiere San Paolo. Stavolta il giovane, probabilmente in preda ai fumi dell´alcol o di qualche sostanza stupefacente, ha cominciato a dare fastidio ai clienti del locale. Uno dei dipendenti lo ha ripreso e lui, infastidito, ha impugnato una bottiglia di birra e l´ha lanciata sul pavimento, frantumandola. Poi ha aggredito uno dei dipendenti, ferendolo. E´ stato chiesto l´intervento delle forze dell´ordine. Quando sono arrivati polizia e carabinieri, il giovane aveva già danneggiato gli arredi del locale. Gli agenti hanno incontrato serie difficoltà per riportarlo alla ragione, immobilizzandolo sull´asfalto a pochi passi dal locale, in piazza Matteotti (foto).

Nella colluttazione, come accennato, il marocchino ha ferito anche un agente di polizia. Il giovane, comunque, è stato trasferito al pronto soccorso prima di essere condotto in commissariato. Anche il dipendente locale è stato medicato. Per il marocchino è scattata solo una denuncia per danneggiamento, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale, essendo incensurato.


che schifo...
21/03/2015 | 17.11.42
gianni

non ci sono parole... neanche questa volta è finito in galera!