Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 1653
MODICA - 15/02/2015
Cronache - Nessun ferito grave

Rissa scatenata da 2 ubriachi in centro storico a Modica

Sono intervenuti i carabinieri Foto Corrierediragusa.it

Ubriachi, prendono ad infastidire alcuni giovani presenti in piazza Matteotti. Non contenti si spostano nell´attigua via Pellico dove se la prendono con un giovane avventore di un pub che dapprima li ignora, poi, reiteratamente provocato, reagisce. Finisce male per i due ragazzi modicani, di cui uno, pare, minorenne, che nella notte tra venerdì e sabato hanno «alzato il gomito» fino a non sapersi più controllare. Purtroppo la reazione del giovane preso di mira ha complicato la situazione poiché si trattava di un soggetto aitante, in grado, dunque, di affrontare il confronto. I due ubriachi, dopo le prime parole e qualche spintone, hanno deciso di allontanarsi e tutto sembrava essere tornato nella normalità fino a quando, però, non sono tornati sui loro passi ma armati di spranghe di ferro, di quelle, per intenderci, utilizzate per chiudere dall´interno le vecchie porte di casa.

A questo punto si è scatenato l´inferno perchè, in ausilio, della vittima è arrivata un´altra mezza dozzina di giovani che avevano assistito ai fatti e che hanno ritenuto di difendere il cliente del pub importunato. Si è, pertanto, realizzata la classica scena da film anche se reale, fatta di pugni calci, sberle, senza guardare dove si colpiva. Il primo a rendersi conto che le cose si stavano mettendo male è stato il minore che, fortemente contuso, è riuscito a divincolarsi e a fuggire. Il suo amico, prima di convincersi, ha resistito ancora per un po´ ai sette giovani accorsi.

Alla fine ha dovuto issare «bandiera bianca» e col volto visibilmente tumefatto e insanguinato e con traumi e contusioni sparsi su tutto il corpo, è riuscito a scappare. Appena in tempo perchè dopo pochi minuti sono arrivati i carabinieri, già allertati, che, dunque, hanno trovato la calma in via Pellico.