Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 1062
MODICA - 03/02/2015
Cronache - Il magistrato si è dichiarato incompatibile

Stop al processo sugli assenteisti Asp di Modica

Se ne riparlerà a marzo Foto Corrierediragusa.it

Nuovo stop per il processo all´inchiesta anti assenteismo al Poliambulatorio Asp di Via Aldo Moro a Modica, il cosiddetto Cup (centro unico di prenotazione) del palazzo di vetro (foto). Il magistrato Sandra Levanti, infatti, si è dichiarata incompatibile poichè all´epoca dei fatti, quale Gip presso il Tribunale di Modica, aveva avuto il fascicolo in carico, per cui ha rimesso adesso gli atti al presidente, Giuseppe Tamburini. Le parti interessate sono state riconvocate per il prossimo 26 marzo. Il processo aveva avuto già un primo rinvio a maggio del 2014 quando il giudice incaricato, Antongiulio Maggiore, dopo avere ammesso le prove, considerato il suo imminente trasferimento in Corte d’Appello a Catania. Per marzo sono stati già citati i primi testi, che sono i verbalizzanti, cioè gli agenti del Commissariato di Modica che svolsero le indagini.

Sono 36 i dipendenti dell’Asp coinvolti anche se originariamente erano molti di più. Sono accusati di truffa aggravata nei confronti dell’Azienda sanitaria ragusana. Si tratta del secondo filone dell’inchiesta che fu eseguita dalla polizia e che culminò col blitz del mese di maggio del 2010 presso il cosiddetto «Palazzo di Vetro», sede del Centro Unificato di Prenotazioni, ambulatori e uffici amministrativi.