Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 504
MODICA - 20/01/2015
Cronache - Tempestivo l’intervento dei vigili del fuoco

Sfiorata esplosione di un distributore di carburanti

La disattivazione delle pompe di erogazione di carburante da parte del gestore ha scongiurato il peggio Foto Corrierediragusa.it

Tanto panico ma per fortuna nessun ferito anche se la tragedia è stata pericolosamente sfiorata in un distributore di carburante quando di buon mattino ha preso fuoco un furgone «Fiorino» giallo alimentato a metano con all’interno bombole di ossigeno criogenico (foto), una delle quali è scoppiata. Tutto è avvenuto in pochi minuti nell’area di pertinenza della stazione di servizio «Eni» di contrada Monachella, nel tratto Ragusa – Modica, lungo la ex statale 115. La disattivazione delle pompe di erogazione di carburante da parte del gestore e il tempestivo intervento dei vigili del fuoco hanno scongiurato il rischio di una potente deflagrazione dagli effetti devastanti. Già prima dell’arrivo delle squadre il personale del distributore, adottando le procedure prescritte, aveva disattivato tutti gli impianti. Le due squadre di pompieri hanno quindi spento le fiamme, che si erano levate alte, adottando tutte le procedure atte a mettere in sicurezza l’area. Il mezzo che aveva preso fuoco, come accennato, era alimentato a metano e trasportava peraltro bombole di ossigeno criogenico, una delle quali è scoppiata senza provocare per fortuna feriti o danni alle cose.

I vigili del fuoco hanno intensificato l’opera di raffreddamento al fine di evitare una ulteriore esplosione. E’ stato accertato che a causare lo scoppio era stata la rottura di alcuni contenitori di ossigeno criogenico trasportati con l’automezzo che stava rifornendosi di metano. Sono in corso le verifiche per accertare la possibilità di riaprire il distributore considerato che non si sono verificati danni a persone, ma solo alla pompa di benzina. L’intervento è durato un paio d’ore, dalle 9 alle 11.