Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1476
MODICA - 08/12/2014
Cronache - Si tratta dell’incensurato Orazio Adamo, residente in centro storico

Dose letale di eroina per un modicano

L’allarme lanciato dal padre e la corsa al "Maggiore" con l’ambulanza del 118 non sono bastati a salvare la vita all’uomo Foto Corrierediragusa.it

Morto per overdose dopo essersi iniettato eroina nella sua camera da letto nella serata dell’antivigilia della festa dell’Immacolata. Il 40enne modicano incensurato e disoccupato Orazio Adamo, sabato sera non ce l´ha fatta a superare la crisi, nonostante i genitori avessero fatto in tempo a lanciare l´allarme per farlo trasportare in ospedale, già in stato di incoscienza. Il 40enne, mentre si trovava nella propria abitazione del centro storico dove risiedeva con i genitori, ad un certo punto, era andato nella propria camera da letto per prepararsi la dose, che poi si sarebbe rivelata letale. Poco dopo il padre, insospettito dal silenzio, è andato a controllare se il figlio si fosse già addormentato, e lo ha rinvenuto a terra privo di sensi. L´uomo ha immediatamente chiamato il 118, facendo intervenire un’ambulanza che ha trasportato il 40enne al pronto soccorso del "Maggiore" dove, purtroppo, si è potuto fare ben poco, a parte constatare il decesso per overdose da stupefacenti.

Gli stessi medici hanno avvisato i carabinieri, che si sono recati nell’abitazione dell’uomo, rinvenendo in camera da letto la siringa usata poco prima dalla vittima con all´interno ancora circa 1,2 grammi di eroina, e un cucchiaino di metallo utilizzato per preparare la dose assieme ad un accendino. Tutto è stato sottoposto a sequestro per gli accertamenti di laboratorio. Sono state avviate le indagini per far luce sulla drammatica circostanza e risalire a chi potrebbe avere ceduto la sostanza stupefacente letale all’uomo.