Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 825
MODICA - 22/06/2008
Cronache - Modica - Il furto con destrezza nell’ottica "Spoto" di corso Umberto

Cassaforte aperta in gioielleria: 4 ladri rubano monili e contante

La titolare non si era accorta di nulla. Il bottino è di 8mila euro Foto Corrierediragusa.it

Una costosa distrazione ieri mattina per la titolare della «Gioielleria ottica Spoto» di corso Umberto I (nella foto). La donna, che aveva incautamente lasciato la cassaforte aperta, è rimasta difatti vittima di un furto con destrezza che ha fruttato ai quattro ladri un bottino di circa otto mila euro. Il classico trucco dei compari che distraggono la vittima di turno mentre i ladri si danno da fare continua a funzionare nonostante sia vecchio come il cucco.

Ne ha fatto le spese la malcapitata commerciante, che è stata derubata di 30 paia di braccialetti d’oro e d’argento, 35 paia di orecchini d’oro bianco e di altro metallo prezioso, di due assegni di 400 euro ciascuno e di contante per mille 600 euro. In pratica tutto il contenuto della cassaforte, per un valore complessivo di poco più di otto mila euro. Ad agire sono state due coppie dall’aspetto decisamente distinto e rassicurante.

Non pensando al vecchio adagio secondo cui l’abito non fa il monaco, la titolare si è lasciata «abbindolare» dalle due donne, di età compresa tra i 35 e i 45 anni, mentre i loro accompagnatori, più o meno sulla cinquantina, fingevano di guardare le vetrine, mentre avevano invece già adocchiato il portello appena socchiuso della cassaforte a muro.

E così mentre le due ladre mostravano d’essere attratte da alcuni gioielli esposti in fondo al locale, i due ladri hanno fatto in pochi secondi man bassa del contenuto della cassaforte. Stando bene attenti a non farsi notare, si sono messi nelle tasche di giacca e pantaloni orecchini, bracciali, assegni e contante. Le due donne, una volta accertatisi che i due complici avevano portato a termine il colpo, si sono accomiatate dalla commerciante, promettendo di ritornare per l’acquisto di un collier.

La malcapitata si è accorta del furto con destrezza dopo oltre un quarto d’ora, quando ha notato la cassaforte socchiusa che, con grande sgomento, era stata ripulita. Considerato che nessun altro cliente era entrato dopo le due coppie, la donna ha poi capito tutto. Le indagini sono condotte dai carabinieri guidati dal maresciallo Paolo Aprile.