Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 610
MODICA - 03/11/2014
Cronache - Quattro ubriachi se le sono date di santa ragione con una bottiglia di vetro rotta

Arresti per rissa sanguinosa a Modica

Le accuse sono di rissa aggravata in concorso, lesioni personali, violenza e resistenza a pubblico ufficiale
Foto CorrierediRagusa.it

Sono le vistose chiazze di sangue e i rilievi della polizia sul marciapiede di piazza Matteotti, nel cuore del centro storico di corso Umberto I, salotto buono della città, a testimoniare la furibonda rissa a calci, pugni e colpi di bottiglia di vetro rotta tra quattro giovani nordafricani verificatasi nella tarda serata di sabato (foto). Tutto si è svolto in pochi minuti dinanzi agli occhi increduli delle atterrite persone che stavano tranquillamente passeggiando. Erano da poco trascorse le 23 quando il quartetto di immigrati ha cominciato a darsele di santa ragione nei pressi della chiesa del Carmine fino a quando uno di loro ha rotto una bottiglia di birra di vetro in faccia all’altro, che ha perso copiosamente sangue, riversandosi esanime sul marciapiede. La rissa è scoppiata a causa di un apprezzamento pesante, e quindi poco gradito, rivolto da uno dei maghrebini coinvolti alla sorella di un altro connazionale del gruppo. Le possibili conseguenze peggiori sono state evitate da due poliziotti fuori servizio che hanno bloccato i rissosi.

Pure i due agenti sono rimasti feriti, seppure in maniera lieve. Con le accuse di rissa aggravata in concorso, lesioni personali gravi, violenza e resistenza a pubblico ufficiale sono stati arrestati i rissosi, compreso quello ferito. Quest’ultimo è stato trasportato con l’ambulanza del 118 al «Maggiore», dove i medici gli hanno riscontrato ferite da taglio al volto e alla testa, dimettendolo con 5 giorni di prognosi. Tra gli arrestati c’è pure un maghrebino da anni residente in città, dove sbarca il lunario svolgendo lavoretti saltuari: l’immigrato ha già dei precedenti per vari reati. Gli altri tre connazionali invece non avrebbero precedenti di rilievo.

Comprensibile l’apprensione tra i passanti, specie dopo i recenti episodi di violenza verificatisi nel vicino quartiere San Paolo con la faida tra modicani e immigrati che aveva provocato il ferimento di un ragazzo modicano e l’accoltellamento del cane di un suo amico.


SCHIFIU!!
03/11/2014 | 21.26.35
Gianni

Siamo nelle mani di nessuno, e questa gentaccia è libera di fare ciò che vuole...RIMANDATELI A CASA LORO. Avete ancora il coraggio di chiamare i centri storici (Modica, Ragusa, Vittoria, ecc) salotti buoni delle città?!