Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1262
MODICA - 25/09/2014
Cronache - Indagini condotte dai carabinieri

Ritrovata la pistola della tentata rapina a Frigintini

Il malvivente potrebbe avere le ore contate Foto Corrierediragusa.it

Ritrovata la pistola e il giubbotto del malvivente che sabato scorso aveva tentato di rapinare il commerciante di Frigintini all’orario di chiusura del suo supermercato di via Bussello. Il ritrovamento è stato fatto dalla moglie della stessa vittima, in un appezzamento di terreno attiguo alla zona, dove opera l’esercizio, segno che il delinquente si è allontanato per i campi, sbarazzandosi di quanto lo avrebbe potuto dare identificare. Riguardo all’arma, si tratta di una pistola giocattolo priva del tappo rosso. L’indagine è condotta dai carabinieri. Sabato sera, il 45enne C.G., titolare di uno dei due supermercati di via Bussello, ai confini dei territori tra Modica e Ragusa, al momento di rientrare a casa, era salito sulla propria autovettura quando con gesto repentino era entrato nel veicolo anche il rapinatore che, piazzatosi sul sedile lato passeggero, gli aveva puntato quella che sembrava essere una pistola vera in faccia e gli aveva intimato la consegna dell’incasso della giornata. Il titolare del market, anziché assecondare il rapinatore, aveva, forse istintivamente, reagito spintonando il malintenzionato che, spiazzato, lo aveva prima colpito alla tempia con il calcio della pistola e poi era fuggito.

L’uomo, sanguinante, aveva chiamato la polizia e poi era stato accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale Maggiore, dove i medici, dopo averlo medicato, lo avevano ricoverato in osservazione per poi dimetterlo il giorno dopo. La denuncia, comunque, è stata poi presentata ai militari dell’arma che, dunque, stanno indagando. Pare che il rapinatore, a viso scoperto, fosse di età compresa tra i 20 e i 30 anni, alto e snello e con accento locale. Il malvivente potrebbe avere le ore contate.