Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 1044
MODICA - 21/09/2014
Cronache - Il modicano C.G. ha spintonato il rapinatore ma è stato colpito alla testa con la pistola

Tentata rapina a mano armata, un ferito

Per mercoledì è stata intanto fissata a palazzo San Domenico la riunione del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica
Foto CorrierediRagusa.it

Alla chiusura del supermercato il malvivente gli si infila in auto sul sedile lato passeggero con mossa repentina e, puntandogli una pistola, gli intima la consegna dell’incasso della giornata. Ma il coraggioso titolare del market, il 45enne C.G., modicano, anziché assecondare il rapinatore, ha afferrato il coraggio a quattro mani spintonando il malvivente, che, spiazzato, è fuggito via a mani vuote dopo aver colpito di striscio alla tempia con il calcio della pistola la vittima designata. La tentata rapina si è registrata sabato sera a Frigintini, frazione rurale di Modica, per la precisione in via Bussello, zona centrale ma a quell’ora già semideserta. L’uomo, sanguinante, ha subito chiamato aiuto. E’ intervenuta la polizia, che ha ricercato il rapinatore pattugliando la zona, ma senza esito. Dopo aver accompagnato il titolare del supermercato al pronto soccorso del «Maggiore» di Modica per le medicazioni del caso con prognosi di cinque giorni, i poliziotti hanno posto domande utili alle indagini.

Pare che il rapinatore, che ha agito a viso scoperto, fosse di età compresa tra i 20 e i 30 anni, alto e snello, con accento locale. Non è escluso che da tempo il malvivente tenesse sotto controllo i movimenti del titolare del market, peraltro persona piuttosto abitudinaria. L’uomo, difatti, come ogni giorno, aveva appena chiuso il supermercato per salire in macchina e tornarsene a casa, senza sospettare di essere spiato. Nonostante l’assalto del malvivente, l’uomo ha reagito, rischiando forse inconsapevolmente la vita in preda alla disperazione e alla rabbia, e, come accennato, oltre a mettere in fuga il rapinatore, pur restando ferito alla testa è persino riuscito a salvare l’incasso giornaliero, ammontante a diverse centinaia di euro.

Per mercoledì è stata intanto fissata a palazzo San Domenico la riunione del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, per fare il punto della situazione alla luce dei recenti e numerosi casi di microcriminalità, che, oltre ad interessare il centro storico, si sono adesso estesi anche alla tranquilla e sonnacchiosa frazione rurale di Frigintini, per fortuna senza gravi conseguenze.