Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:21 - Lettori online 1177
MODICA - 24/07/2014
Cronache - Manette per il 42enne Michele Garofalo Sabellini

Modicano spaccia coca e torna libero

E’ invece tornata in carcere per scontare una pena residua diventata definitiva anche la modicana 34enne Giuseppina Bombardamento Foto Corrierediragusa.it

Disoccupato e incensurato ma con addosso ben 28 involucri di cocaina nascosti in un pacco di caramelle e dai quali si sarebbero potuti ricavare decine di dosi per un guadagno di migliaia di euro. L’attività di pusher del 42enne modicano Michele Garofalo Sabellini (foto) è durata poco. Le sue mosse erano da qualche tempo seguite dalla polizia, che, sotto le direttive del vice questore aggiunto Maria Antonietta Malandrino, lo ha arrestato in flagranza non solo con la droga, ma anche con 170 euro ritenuto provento dell’attività di spaccio. L´uomo è tornato libero dopo 24 ore ai domiciliari nella sua abitazione dove gli agenti, nell’ambito di una accurata perquisizione, avevano trovato altri sei involucri di cocaina. Da qualche tempo il 42enne andava in giro con la sua auto di grossa cilindrata fermandosi per pochi minuti con dei giovani, che la polizia ha scoperto essere gli acquirenti della droga. Proprio nell’ambito dei numerosi appostamenti i poliziotti hanno colto il modicano in flagrante.

E’ invece tornata in carcere per scontare una pena residua diventata definitiva anche la modicana 34enne Giuseppina Bombardamento. Le manette della polizia sono scattate in quanto la donna è destinataria di un provvedimento di cumulo di pene emesso dalla procura, dovendo scontare due anni, sei mesi e 21 giorni di reclusione, a seguito della sentenza della corte d’appello di Catania con cui era stata condannata per diversi reati contro il patrimonio commessi nel Modicano. La donna è stata dunque condotta nella sezione femminile della casa circondariale di Piazza Lanza a Catania. I controlli della polizia proseguiranno anche nei prossimi giorni su direttive del questore Giuseppe Gammino per prevenire i reati di droga e contro il patrimonio, con particolare riferimento alle case lasciate incustodite per le vacanze.