Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 610
MODICA - 07/07/2014
Cronache - Grazie all’airbag nessun ferito grave, tra cui la piccola di appena 12 mesi

Auto capotta e sfonda un muro a secco

I quattro feriti sono stati trasportati al pronto soccorso del "Maggiore" di Modica Foto Corrierediragusa.it

L’auto capotta dopo lo scontro frontale con un’altra vettura, sfonda il muro a secco che delimita la carreggiata e termina la sua corsa su un terreno incolto. Il guidatore, un modicano 68enne, se l’è cavata con poco, grazie all’attivazione dell’airbag, che, con buona probabilità, gli ha salvato la vita. Pochi danni anche per gli occupanti dell’altra vettura, una berlina con a bordo un nucleo familiare composto da padre, madre e figlia di appena 12 mesi, tutti di Scicli. L’incidente si è verificato in mattinata lungo la Modica – Scicli, poco lontano da contrada Spana, nei pressi del nuovo distributore di carburante. Ancora da accertare le cause dello scontro. Le quattro persone coinvolte sono state tutte trasportate in ambulanza al pronto soccorso del «Maggiore» di Modica (foto) dove i medici hanno provveduto a prestare le prime cure e a disporre le tac. La bimba di un anno è rimasta quasi illesa: ha riportato solo lievissime escoriazioni ed è stata subito dimessa con una prognosi di sei giorni. Padre e madre, entrambi 40enni di Scicli, se la sono cavata con ferite lievi alla testa, al bacino e al polso con prognosi da due settimane a un mese.

Il conducente dell’auto capottata ha invece riportato un leggero trauma cranico e ferite sparse con prognosi di 30 giorni. Provvidenziale, come accennato, l’attivazione dell’airbag che ha evitato danni più gravi. I rilievi sono stati effettuati dai carabinieri.