Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 822
MODICA - 20/06/2014
Cronache - La pena di un anno è stata sospesa

Condanna con l´abbreviato per il poliziotto arrestato

Era accusato di detenzione di droga ai fini dello spaccio Foto Corrierediragusa.it

Condannato a un anno di reclusione, con la concessione delle attenuanti generiche, pena sospesa, l’agente di polizia Antonio Manno, 52 anni, arrestato lo scorso marzo dai suoi colleghi del commissariato di Modica e della squadra mobile di Ragusa con l’accusa di detenzione di droga ai fini dello spaccio dall’abitazione in cui vive in affitto, al quartiere San Francesco la Cava, essendo stato da alcuni mesi aggregato a Modica da Senigallia. La sentenza è stata emessa dal giudice Ivano Infarinato del tribunale di Ragusa, che ha processato l’uomo col rito abbreviato, come chiesto dal difensore, l´avvocato Fabio Borrometi del foro di Modica. Quando fu effettuata la perquisizione domiciliare, la polizia sequestrò 175 grammi di marijuana già divisi in dosi di circa dieci grammi ciascuna e un bilancino di precisione presumibilmente utilizzati per il taglio della droga.

Furono le segnalazioni di alcuni residenti a mettere sul chi vive i poliziotti, che avevano accertato un insolito viavai dalla casa del poliziotto.


La legge non è uguale per tutti.
22/06/2014 | 12.54.31
Gaetano

Questo dimostra che la legge non è uguale per tutti, e mi riferisco ad una condanna dell’ 08 maggio 2014, ad un anno e otto mesi di reclusione a due giovani modicani perché trovati in macchina con 110 grammi di marijuana, e dove alcuni giornali online fanno notare che il pubblico ministero Puleo aveva chiesto due anni di reclusione.
Giovani che in tutte le perquisizioni a cui sono stati sottoposti non sono stati trovati ne in possesso di bilancini per pesare tale sostanza ne materiale vario per suddividerla, cosa che invece è stata evidenziata per questo poliziotto ritrovato con bilancino e dosi di marijuana già suddivisa e con 175 grammi che sicuramente era di più vista l’attività di spaccio segnalata da alcuni residenti e accertata dai poliziotti che erano intervenuti ad indagare. Ma è stato condannato ad un anno neppure si dice se il giudice lo abbia interdetto dai pubblici uffici sicuramente già lunedì prossimo riprenderà a lavorare. Non è stata messa neppure la foto cosa che invece è stata fatta per i due giovani (anche se uno incensurato) al momento dell´arresto in carcere (il poliziotto ai domiciliari).