Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 597
MODICA - 31/05/2014
Cronache - Per far luce sull’inquietante episodio che ha sconvolto la famiglia e non solo

La procura indaga sulla morte di malaria del marittimo

Da verificare se l’uomo era protetto dalle punture della zanzara che, se non curate in tempo, possono risultare, come è accaduto, letali Foto Corrierediragusa.it

Il medico legale incaricato dalla Procura di Ragusa nell´ambito delle indagini in corso ha eseguito l´autopsia sul cadavere di Rosario Noce (foto). Il marittimo pozzallese di 57 anni è deceduto dopo aver contratto la malaria nel corso della sua attività lavorativa tra il Ghana e la Guinea. Rosario Noce era imbarcato sul rimorchiatore Marnave adibito all´assistenza alle piattaforme petrolifere al cargo delle coste africane. L´esame autoptico è stato eseguito all´ospedale Maggiore alla presenza del responsabile del servizio igiene di Pozzallo. Una relazione circostanziata è stata inoltre inviata dal responsabile dell´Ufficio Igiene e Profilassi dell´Ospedale Maggiore al Ministero della Sanità che ha richiesto la documentazione del caso. Il medico legale ha eseguito l´autopsia ed avrà due mesi di tempo per rendere noti gli esiti al magistrato che poi si regolerà di conseguenza. La Procura ha agito di propria iniziativa per far luce sull´inquietante episodio che ha sconvolto la famiglia del marittimo pozzallese e toccato nel profondo tutta la comunità visto che nessuno riesce ancora a capire come si possa morire di malaria oggi quando sono disponibili profilassi efficaci.

Da verificare infatti se Rosario Noce era protetto dalle punture della zanzara che, se non curate in tempo, possono risultare, come è accaduto, letali. La famiglia ha avanzato dubbi sul fatto che il proprio congiunto fosse stato regolarmente sottoposto a vaccinazione antimalarica e l´autopsia dovrà accertare, tra le altre cose anche questa circostanza anche perchè i familiari vogliono che sull´episodio si faccia piena chiarezza.