Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 893
MODICA - 28/05/2008
Cronache - Modica - Il procedimento in corso in Corte d’Assise a Siracusa

Modica: Processo omicidio Firringieli

Imputato di omicidio volontario il netino Dino Scarnato Foto Corrierediragusa.it

«L’imputato è rimasto nei pressi del luogo dell’omicidio almeno fino alle 5 del mattino». La testimonianza del perito La Bella della Polizia Postale inchioda alle proprie responsabilità Dino Scarnato, 43 anni, originario di Noto, accusato dell’omicidio volontario del ragusano di 28 anni Davide Firringieli.

Il delitto si verificò nella zona dei laghetti di Marina di Modica. Il malcapitato venne ritrovato dalla polizia dopo 48ore di ricerche, riverso a faccia in giù in un pantano, morto annegato. Il giovane fu impossibilitato a tirarsi fuori in quanto paralizzato dallo shock spinale provocato da un colpo proibito di karate che, secondo l’accusa, sarebbe stato inferto da Scarnato.

Quest’ultimo, stando alla deposizione del perito, si trattenne nei pressi della zona dei laghetti almeno tre quarti d’ora in più rispetto all’orario in cui lo stesso imputato ha sempre dichiarato d’essersene andato via, vale a dire intorno alle 4,14 del mattino. La prova è data dai ripetitori telefonici che agganciarono le celle del telefonino del presunto omicida. Il processo dinanzi ai giudici della Corte d’Assise di Siracusa sta ormai giungendo alle battute finali: giorno 6 l’udienza sarà incentrata sulla requisitoria del pm e sulle arringhe degli avvocati. La sentenza è invece attesa per il 10 giugno.