Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:30 - Lettori online 991
MODICA - 13/05/2014
Cronache - E’ successo alla media "Ciaceri", sporta denuncia dal dirigente scolastico a carico di ignoti

"Banda notebook": rubati 12 portatili

I malviventi si sono introdotti nella scuola dell’obbligo, che ospita gli alunni delle medie, dopo aver forzato una finestra che si affaccia sul vicolo laterale al teatro «Garibaldi» Foto Corrierediragusa.it

Ancora in azione la cosiddetta «banda dei notebook scolastici». La scorsa notte i ladri hanno razziato l’aula informatica del plesso «Ciaceri» di corso Umberto I, portandosi via una dozzina di portatili, un paio di schermi piatti e altri supporti informatici necessari al funzionamento delle lavagne informatiche. Il danno complessivo ammonta a circa 9mila euro. I malviventi si sono introdotti nella scuola dell’obbligo, che ospita gli alunni delle medie, dopo aver forzato una finestra che si affaccia sul vicolo laterale al teatro «Garibaldi». I ladri hanno quindi agito indisturbati, portandosi via i notebook. La scoperta è stata fatta di buon mattino dal collaboratore scolastico che ha aperto i locali per l’avvio delle lezioni, che si sono svolte normalmente, seppure con qualche decina di minuti di ritardo, per consentire i rilievi alla Polizia. E’ stata sporta denuncia a carico di ignoti da parte del dirigente scolastico. Gli alunni non potranno quindi fruire dell’aula informatica per il tempo necessario alla dirigenza scolastica di rifornirsi di nuovi computer.

Lo scorso 3 aprile la «banda dei notebook scolastici» aveva effettuato un colpo analogo nei locali della scuola elementare «De Naro Papa» di via Risorgimento, sede staccata della «Poidomani». I ladri si portarono via una decina di notebook per un danno di circa 6mila euro.