Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 986
MODICA - 11/05/2014
Cronache - E’ successo nella notte tra sabato e domenica, poco prima dell’una

Modicano tenta suicidio dal ponte, carabiniere lo salva

Dopo il ricovero in ospedale, il ragazzo è stato affidato alle cure dei familiari Foto Corrierediragusa.it

Un modicano 26enne era talmente determinato a farla finita che non ha esitato a prendere a calci il carabiniere fuori servizio che lo ha trattenuto in bilico, oltre la rete di delimitazione del ponte Costanzo (foto), dal quale il giovane voleva gettarsi. E’ successo nella notte tra sabato e domenica, poco prima dell’una. Mentre il militare tratteneva senza non poche difficoltà per una gamba il 26enne che scalciava come un forsennato, un automobilista è intervenuto in maniera provvidenziale a dare manforte. Così il giovane è stato tratto in salvo e trasportato in ambulanza al «Maggiore» di Modica per l’assistenza medica. Se non fosse stato per l’intuito del carabiniere e il successivo aiuto del cittadino in transito, staremmo a scrivere dell’ennesimo suicidio indotto dalla depressione causata in larga parte dalla disoccupazione. Pare difatti che il 26enne fosse intenzionato a buttarsi giù per tutta una serie di motivazioni, tra cui la precarietà lavorativa. E’ stato il Carabiniere, che stava dirigendosi in auto da Ragusa a Modica per prendere servizio in caserma, a notare l’auto dell’aspirante suicida parcheggiata ai bordi della carreggiata con le quattro frecce accese, proprio in mezzo al viadotto. Intuendo il peggio, il militare è sceso dall’auto, dirigendosi verso la rete di delimitazione del ponte, dove ha trovato conferma ai suoi sospetti.

Dopo aver invano tentato di convincere a voce il giovane a tornare sui suoi passi, il militare ha scavalcato a sua volta, trattenendo per una gamba il ragazzo in bilico nel vuoto, che, fuori di sé, ha cominciato a mulinare calci verso il soccorritore. L’intervento dell’automobilista ha facilitato l’operazione di salvataggio del carabiniere, che, alla fine, è riuscito a ricondurre il 26enne di Modica alla ragione, mentre arrivavano altre due autopattuglie dei militari e l’ambulanza. Dopo il ricovero in ospedale, il ragazzo è stato affidato alle cure dei familiari. Il coraggioso militare fuori servizio ha invece riportato lievi ecchimosi alle braccia e al volto.