Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1513
MODICA - 05/10/2007
Cronache - Scicli - Tre anni inflitti a due sciclitani

Indidente mortale sul lavoro
Scattano due condanne

Nel 2003 morì un muratore di 32 anni, caduto dall’impalcatura Foto Corrierediragusa.it

Sono stati condannati a complessivi tre anni di carcere un imprenditore edile e il proprietario di un immobile, accusati di omicidio colposo a seguito di una morte bianca verificatasi nel febbraio 2003 a Scicli. La condanna a un anno e sei mesi ciascuno è scattata per Rosario Puglisi, 58 anni, titolare del cantiere edile, e per il pensionato Luciano Romano, 76 anni, proprietario dell’immobile da ristrutturare.

A rimetterci la vita fu un muratore di 32 anni, Bartolomeo Roccasalvo che, mentre lavorava su un’impalcatura, perse l’equilibrio, rovinando al suolo dopo un volo di circa sei metri. In origine per i due imputati l’accusa era di lesioni gravissime, in quanto il malcapitato versò in coma per oltre sei mesi, prima di spirare. Dalle indagini condotte dai Carabinieri, emerse che il cantiere di lavoro non risultava in regola con le rigide norme in materia di sicurezza. Mentre Romano ha beneficiato del condono, per Puglisi la pena è stata sospesa.