Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 736
MODICA - 01/05/2014
Cronache - Remissione in libertà Aziz Kalas, il 30enne gestore di un pub kebab

Libero il turco che ha aggredito vigile urbano per le multe

Per il 30enne, difeso dall’avvocato Carlo Ottaviano, sono venuti meno gli arresti domiciliari nella sua abitazione, su decisione del sostituto procuratore Monica Monego Foto Corrierediragusa.it

E’ tornato libero Aziz Kalas, il 30enne di nazionalità turca gestore di un pub kebab in corso Umberto I arrestato dalla Polizia per resistenza, violenza e minacce a pubblico ufficiale. L’uomo è stato pure denunciato per falsificazione del tagliando assicurativo. Per il 30enne, difeso dall’avvocato Carlo Ottaviano, sono venuti meno gli arresti domiciliari nella sua abitazione, su decisione del sostituto procuratore Monica Monego. Il turco, da mesi residente a Modica, aveva lasciato la sua «Bmw» blu con il tagliando assicurativo falso in sosta per ben due giorni nelle zone blu con la park card scaduta in piazza Monumento, sotto palazzo San Domenico, sede del comune. Sul cruscotto, bene in vista, un bigliettino con su scritto «Siamo a Istambul». Quando dopo le multe degli ausiliari del traffico e degli operatori dei parcheggi a pagamento è intervenuto alle 19 di martedì scorso pure il carro attrezzi, il proprietario dell’auto si è presentato al comando della polizia locale, ma era oramai tardi. Capendo che oltre alle multe, avrebbe dovuto pagare pure il carro attrezzi che si stava portando via la sua macchina, l’uomo ha dato in escandescenze, avventandosi contro un vigile urbano, dinanzi ai poliziotti che erano intervenuti per risalire al proprietario dell’auto e per accertare la falsificazione del contrassegno assicurativo.

A quel punto ai polsi di Aziz Kalas erano scattate le manette. Il vigile urbano aggredito ha riportato lievi ecchimosi curate dai medici del pronto soccorso del «Maggiore», che hanno diagnosticato quattro giorni di prognosi. Il turco, prima di perdere le staffe, aveva cercato di convincere i vigili urbani e i poliziotti a soprassedere sulla vicenda, tentando di giustificare il poco ortodosso comportamento, aggravato dalla mancata copertura assicurativa e dal beffardo bigliettino lasciato sul cruscotto della «Bmw», nel frattempo finita sotto sequestro. Poi l’uomo si è scagliato contro uno dei vigili urbani, i cui colleghi e gli agenti del commissariato hanno dovuto faticare non poco per ricondurlo alla ragione.


caccia degli ignoranti
02/05/2014 | 12.16.27
Aziz kalas

Carissimo gianni tu che parli del mio arresto, senza sapere nulla dell´evento, ma secondo te se avessi veramente aggredito un ufficiale pubblico sarei stato liberato???? Io credo certe persone appena vede nomi degli extracomunitari pregiudica senza sapere nulla, ed e qst è la ignoranza vi consiglio di cercare di conoscere un po culture, sappiamo tutti che a maggior parte dei vigili non sanno fare nemmeno una contravvenzione cone si deve, xke solo con un semplice corso si diventa vigili urbani, io non ho aggredito a nessuno, se avessi voluto aggredire veramente avrei distrutto tutto non xke sono un delinquente ma sono un maestro di arte marziale (Taekwodo) i vigili sono stati veramente razzisti nei miei confronti, e hanno voluto fare abuso di potere, pero hanno fatto su una persona molto sbagliata, la sfortuna dei vigili sapete quale? ?? Che dal 2008 che lavoro come interprete giudiziario quindi lavoro con la procura, e del interprete dell´ambasciata della Turchia, quindi ragazzi la ignoranza è brutta bestia, non credete a tutte qst cose che ci scritti sul giornale, come giusto me dovrei fregare dei commenti ma qst commento faccio solo x togliervi dall´ignoranza di pregiudizio, e ve l´assicuro che l´assicurazione falso non ho fatto io ma con delle prove ho dimostrato alla polizia.....!!!!!


figuriamoci....
01/05/2014 | 14.06.38
gianni

alla fine, come era scontato, non ha fatto nemmeno un giorno di galera... e gli stessi domiciliari adesso non li fa più! inoltre, tutte le multe che gli hanno inflitto non le pagherà mai perchè sicuramente è nullatenente e ... allegria!