Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 762
MODICA - 24/04/2014
Cronache - Il sindaco, allarmato dalla microcriminalità, si rivolge al prefetto dimenticando le promesse

Che fine ha fatto il progetto di telesorveglianza a Modica?

Eppure era stato lo stesso primo cittadino ad annunciare a novembre lo stanziamento di 30mila euro Foto Corrierediragusa.it

Che fine ha fatto il progetto di telesorveglianza a Modica? Il sindaco Ignazio Abbate, invece di dar seguito alle parole con i fatti, non trova di meglio che rivolgersi al prefetto Annunziato Vardé, richiedendo un incontro urgente con le forze dell’ordine. Ma sul progetto di telesorveglianza nessun cenno. Eppure era stato lo stesso primo cittadino ad annunciare in pompa magna lo scorso novembre lo stanziamento di 30mila euro per il sistema di telesorveglianza di ultima generazione con 35 telecamere da installare in diversi punti strategici non solo a Modica, ma anche a Marina e Frigintini, di concerto con le forze dell’ordine. La somma era prevista nel bilancio a suo tempo approvato, ma non se ne è saputo più nulla. Il sindaco però si lamenta col prefetto dei recenti episodi di microcriminalità. Eppure proprio la scorsa settimana due romeni autori di oltre dieci colpi, tra furti e rapine a Modica, sono stati assicurati alla giustizia dalla Polizia, mentre i Carabinieri hanno proceduto a denunce e sequestri di droga nelle trascorse festività pasquali. Però il sindaco non si ritiene soddisfatto.

A questo punto si auspica che nell’incontro con le forze dell’ordine richiesto al prefetto da Abbate, quest’ultimo fornisca tempi e date sulla realizzazione del sistema di telesorveglianza che, di certo, aiuterebbe non poco Polizia e Carabinieri nel loro lavoro quotidiano, visto che il dono dell’ubiquità, che sarebbe di certo provvidenziale per prevenire o arginare i reati, non è ancora di questo mondo.