Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 700
MODICA - 07/03/2014
Cronache - Furto a Maganuco

Merce rubata per 20mila euro recuperata dai Carabinieri

Le indagini proseguono per individuare i responsabili del furto Foto Corrierediragusa.it

Refurtiva recuperata dopo un breve inseguimento dai Carabinieri della Compagnia di Modica, intervenuti nel deposito dell’esercizio commerciale «New Fdm» a Maganuco, dove si era verificato un furto. I militari hanno intercettato sulla provinciale 46, in direzione Pozzallo-Ispica, un autocarro sospetto e pertanto facevano segno agli occupanti di arrestare la corsa per il controllo. Il conducente del mezzo sospetto, al fine di sottrarsi al controllo dei militari, accelerava bruscamente tentando la fuga. Immediatamente i Carabinieri si mettevano all’inseguimento dell’autocarro che, dopo circa 2 chilometri, veniva abbandonato dagli occupanti che si dileguavano nelle campagne limitrofe facendo perdere le proprie tracce. Dagli accertamenti, veniva appurato che l’autocarro era stato rubato lo scorso novembre nei pressi di Caltanissetta.

All’interno dello stesso mezzo i Carabinieri hanno rinvenuto parte della merce rubata poco prima dal deposito di contrada Maganuco, ovvero vario materiale per la pulizia e l’igiene, del valore stimato di circa 20mila euro, riconsegnata al legittimo proprietario. Dal sopralluogo effettuato dai militari dell’Arma presso il deposito, veniva rinvenuto un altro autocarro risultato rubato a febbraio e carico di materiale per la pulizia e l’igiene rubato poco prima alla stessa ditta. Il tempestivo intervento delle pattuglie del Nucleo Radiomobile dei Carabinieri di Modica ha dunque permesso di recuperare tutta la refurtiva e di riconsegnarla al legittimo proprietario. Le indagini proseguono per individuare i responsabili del furto.