Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 780
MODICA - 03/03/2014
Cronache - Revoca dei domiciliari per il 49enne Gianni Giuca

In libertà il fruttivendolo con la cocaina

L’uomo era stato sorpreso dai Carabinieri con 9 grammi di droga suddivisi in 13 dosi pronte per lo spaccio Foto Corrierediragusa.it

E’ tornato libero con il solo obbligo di firma dai Carabinieri il fruttivendolo ambulante sorpreso dagli stessi militari con la cocaina nelle mutande. Il 49enne di Scicli Gianni Giuca (foto) non è quindi più ristretto ai domiciliari, come deciso dal gup, in accoglimento della richiesta avanzata dal difensore di fiducia. Gianni Giuca era stato trovato in possesso di 9 grammi di droga suddivisi in 13 dosi pronte per lo spaccio. L’uomo aveva in tasca pure 740 euro in banconote di piccolo e medio taglio, che i militari avevano ritenuto essere proventi dell’attività spaccio. Lo sciclitano era stato perquisito nel corso di un servizio di controllo del territorio. I militari, che conoscevano bene Giuca per i suoi trascorsi con la giustizia, avevano notato che ultimamente l’uomo frequentava noti tossicodipendenti sciclitani, tenendo un atteggiamento circospetto. Inoltre, durante il controllo, Giuca si era mostrato insofferente e preoccupato, ragione per cui era stato sottoposto a perquisizione personale e veicolare.

I carabinieri avevano così scoperto che Giuca aveva nascosto la cocaina nientemeno che negli slip, che, evidentemente, era considerato un «posto sicuro» dal presunto spacciatore, che aveva giustificato il possesso della droga per uso personale. Una dichiarazione che non aveva persuaso i militari che avevano dunque fatto scattare le manette.