Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 964
MODICA - 14/01/2014
Cronache - Abbate nel mirino dell’opposizione che pretende un confronto

D´Antona e Pd critici per Tarsu e spese

L’amministrazione dal suo canto ha ammesso che nelle bollette recapitate possono essersi verificati degli errori ed ha invitato i cittadini a segnalare i casi Foto Corrierediragusa.it

Cresce la pressione sull´amministrazione per fare chiarezza sul pagamento della Tarsu e sulle spese per il Natale. Vito D´Antona (foto) Sel ed il gruppo consiliare del Pd vogliono chiarimenti da Ignazio Abbate. Per quanto riguarda la Tarsu si rilevano errori sulle esenzioni spettanti ad alcune categorie di categorie che hanno rilevato la mancata applicazione delle esenzioni che sono previste dal regolamento comunale e che sono state già applicate negli anni passati. I casi riguardano le riduzioni previste dagli articoli 9, 11 e 11 bis del Regolamento comunale Tarsu, con riferimento ad abitazioni con unico occupante, abitazioni occupate da pensionati ultrasettantenni con reddito Isee inferiore a nove mila euro, abitazioni occupate da famiglie con disabili e abitazioni con famiglie con reddito Isee meno di nove mila euro. L´amministrazione dal suo canto ha ammesso che nelle bollette recapitate possono essersi verificati degli errori ed ha invitato i cittadini a segnalare i casi. Il problema resta tuttavia nel fatto che la tassa va pagata entro il 24 di questo mese ed il tempo a disposizione per eventuali correzioni è risicato.

Il Pd punta invece l´attenzione sulle spese sostenute per illuminazioni natalizie ed eventi vari. Il Pd riferisce di 55mila euro spesi per l´illuminazione artistica e 29mila euro per le manifestazioni. Altri 149mila euro - sostiene il Pd - sono stai impegnati per la manifestazione sul cioccolato ed il tutto con anticipazioni di cassa rischiose per l´equilibrio di bilancio. I revisori dei conti dal loro canto hanno rilevato con una comunicazione all´amministrazione che i soldi per Chocomodica non hanno copertura finanziaria così come i 58 mila euro per il consorzio degli operatori turistici ed i 29mila euro per le manifestazioni natalizie.